Poesie

Si è detto più volte che di poesia non si vive ed è vero, ma la poesia può rendere la vita più bella, più degna d'essere vissuta. La poesia, come la musica, come l'arte in ogni sua espressione, non esiste in natura, ma è il frutto di un incontro tra l'uomo e il mondo, del quale esso stesso fa parte, dell'attenzione che ha per le cose che contano veramente e di una tecnica espressiva. Sempre si parla e si scrive di eventi, di cose materiali e immateriali, del loro divenire, di sensazioni e sentimenti, del nascere e del morire, ma ciò che più conta è quell'essenziale che si annida oltre il confine di ciò che appare.

Spesso a quell'essenziale ci si avvicina attraverso un linguaggio allusivo, una catena di metafore, una frase, una sola parola che evoca immagini, che richiamano altre immagini in sequenze imprevedibili, o vuoti colmi di stupore, o di sgomento, o d'improvvisa esaltazione, ma sempre la poesia ci sfugge mentre ne percepiamo la presenza. E ci lascia con la voglia di cercarla ancora. Al punto che della poesia si può dire ciò che si dice dell'amore in due splendidi versi di Jaccottet:
'Come il fuoco, l'amore splende solo
sulla mancanza, e sopra la beltà dei boschi in cenere...'
Si può fare poesia scrivendo, parlando, o anche solo leggendo, ascoltando ciò che la parola, come il secchio di un pozzo, trascina in superficie dalle profondità dell'anima. L'esperienza è diversa, ma lo strumento è lo stesso, uguale è l'attenzione per il proprio essere nel mondo alla ricerca di un senso sullo sfondo dell'infinito dentro il quale siamo immersi e dell'eterno verso cui tendiamo.

Leggi le ultime poesie