domenica 31 marzo 2013

Scrittura cuneiforme, di Kader Abdolah

Scrittura cuneiforme, di Kader Abdolah - Ed. Iperborea, Euro 16,50 - (www.iperborea.com)

Kader Abdolah è un iraniano costretto a emigrare in Olanda dalle vicende politiche della sua terra. Un giorno riceve un taccuino scritto con caratteri incomprensibili. E' un quaderno scritto nel corso di una vita da suo padre, Aga Akbar, riparatore di tappeti, sordomuto e analfabeta.
Aga Akbar viaggiava tra le montagne tra Iran e Urss, tra le quali si distingue il monte Zafferano, nei villaggi dei tappeti volanti, dove i Santi attendevano ancora il Messia, leggendo libri di nascosto in fondo ai pozzi. E registrava i suoi pensieri nell'unica scrittura che conosceva, in caratteri cuneiformi, tratta da un'incisione rupestre sul monte Zafferano.


mercoledì 27 marzo 2013

Una nota stonata


Disdicevoli gli insulti di Franco Battiato, peraltro fine musicista, pronunciati in una sede istituzionale europea contro non ben individuati esponenti del Parlamento italiano. Non del Parlamento attuale, precisa, ma dei precedenti e si riferisce ai comportamenti di entrambi i sessi. Doverose le prese di posizione dei Presidenti di Camera e Senato, Hanno fatto bene a intervenire per difendere la dignità del Parlamento, ma a tutti gli altri mi sento di dire: finitela di stracciarvi le vesti.

sabato 23 marzo 2013

Risultati elettorali PD e M5S

Precisazione dovuta

Il PD, con 8.932.615 voti (Italia 8.644.523 + estero 288.092), è il primo partito alla Camera e il M5S di Grillo, con 8.784.499 voti (Italia 8.689.458 + estero 95.041),è il secondo partito (dati ufficiali del Viminale). I 248.116 voti in più del PD non cambiano nulla ovviamente sul piano politico.

venerdì 22 marzo 2013

Waldo & Grillo

Grazie a Sky ieri sera s'è potuta vedere una miniserie inglese Black mirror, ossia i riflessi più cupi della modernità incombente. Il primo episodio della serie è intitolato Vota Waldo.

mercoledì 20 marzo 2013

Caro Papa (2)

Mi permetta di rivolgermi a Lei con la familiarità di chi è certo di trovare ascolto e con la franchezza di chi non teme l'errore. E mi perdoni l'irriverenza, perchè non significa mancanza di rispetto, ma manifestazione di vicinanza.

Rispettare le regole per cambiare le regole

E se i cardinali, vetusti e ortodossi, si fossero dimostrati più progressisti e innovativi del nuovo e giovane Parlamento italiano? La risposta alla domanda (retorica) appare scontata. La farraginosa elezione dei presidenti di Camera e Senato è un segnale inequivocabile.

lunedì 18 marzo 2013

Ananke (necessità ineludibile)

Bella quell'aula della Camera che ascolta, battendo ripetutamente le mani, il discorso d'insediamento di Laura Boldrini. Bella quell'aula del Senato che elegge, senza accordi preventivi, Pietro Grasso suo Presidente. Due persone impegnate da molto tempo nella tutela, l'una della comunità nazionale, l'altra di quella internazionale contro la prepotenza e l'esclusione.

sabato 16 marzo 2013

Francesco, vescovo di Roma

Sono tante e assai belle le suggestioni suscitate dall’ elezione del cardinale argentino Jorge Mario Bergoglio a Papa, "qui sibi imposuit nomen Franciscum". La stessa scelta di tal nome, per sua intrinseca pulsione, induce una immediatezza di ricordi che risalgono all’immaginario collettivo prima ancora che alla nostra formazione culturale.

giovedì 14 marzo 2013

Caro Presidente della Repubblica Italiana,

Mi rendo conto che la situazione del nostro Paese è molto aggrovigliata e che è importante, oggi più che mai, non perdere la testa. Proprio per questo la scelta di ricevere la delegazione del PDL, dopo l'inquietante marcia sul Palazzo di Giustizia di Milano di un terzo del Parlamento, mi sembra inopportuna e non all'altezza del messaggio che dovrebbe arrivare al Paese. Cosa deve accadere ancora in Italia perchè si possa dire basta?

Pensare, Dire, Fare qualcosa di SVILUPPO

La nostra classe politica, nonostante tutte le dichiarazioni rivolte allo sviluppo, non sa cosa fare e quel che è peggio non lo sa neanche pensare. Viceversa continua a comunicare con l’intento di catturare il consenso dei più, distratti dal fascino dell’obiettivo e poco attenti alla sostenibilità dei mezzi. Basta scorrere le diverse proposte avanzate da ogni parte politica, campagna elettorale o meno, per accorgersi che esse, nessuna esclusa, ferma restando la loro valenza sociale, costerebbero assai di più di quanto in realtà produrrebbero in termini di PIL.

lunedì 11 marzo 2013

Governo cercasi

Bersani sta parlando ai gruppi parlamentari. A quanto sento, sta parlando da saggio. Per contro Grillo, dal suo bunker, prima ricatta i suoi parlamentari, dicendo o si dice no a qualsiasi alleanza, o me ne vado. Chissà perchè i parlamentari 5 stelle non lo mandano a quel Paese, ricordandogli che è finita la campagna elettorale e che i voti che hanno preso sono talmente tanti che è impossibile non porsi il problema del governo.

venerdì 8 marzo 2013

Lunga lettera (il tempo e' troppo breve) ad un amico del PD che ha votato 5 stelle

Bersani ha fatto finora ciò che gli è possibile per la cultura dalla quale proviene, che noi conosciamo bene, e per ciò che gli viene permesso dalla fossa dei leoni nella quale si trova, ma sembra tardi. Nella migliore delle ipotesi la porta è come l'evangelica cruna di un ago, ma forse non è più questione nemmeno di volontà individuali.

Paese reale o Politica virtuale?

Mentre i politici, eletti e non, si accapigliano per decidere se chi è arrivato primo alle elezioni le ha in realtà anche vinte, chi è arrivato secondo meriterebbe di partecipare al Governo del Paese e chi è arrivato terzo forse non le ha realmente perse, l’INPS il 27 febbraio praticamente nell’ultimo giorno utile rispetto alle scadenze di legge, ha diramato una circolare con cui avverte milioni di pensionati che, contrariamente a quanto da sempre avvenuto e quindi ormai consolidato nelle aspettative dei cittadini, il CUD non verrà più trasmesso per posta, ma potrà essere scaricato dal sito web dell’INPS.

I temibili vuoti di potere: per favore, fate presto

Lo scenario del dopo voto è assai peggiore di quello che si sarebbe potuto ipotizzare al momento delle dimissioni di Papa Ratzinger. Quando nel giorno di ricorrenza dei Patti lateranensi, 11 febbraio, Benedetto XVI disse di abdicare dal soglio pontificio, bastava fare due conti per far venire i brividi.

mercoledì 6 marzo 2013

A quelli che verranno

Allora voi, che volgerete
lo sguardo verso di noi dalle vette
dei vostri tempi splendidi, come chi scruta una valle
che non ricorda neppure di avere percorsa:
non ci vedrete, dietro lo schermo di nebbie.

martedì 5 marzo 2013

Forza senza legittimità. Il vicolo cieco dei partiti, di Piero Ignazi

Forza senza legittimità. Il vicolo cieco dei partiti, di Piero Ignazi - Laterza 2013, Euro 14,00 - (www.laterza.it)

Da dove trae legittimità il partito politico? Il fondamento della legittimità per un partito politico risiede innanzitutto nel concetto e nella storia della democrazia di un paese e quindi per l’Italia nella Costituzione e nel suo articolo 49. La forza gliela conferisce il voto popolare. Ma la legittimità sta prima della forza, è il fondamento che la forza non sia prepotenza. Dunque il titolo del libro appare concepito per attirare, se ce ne fosse bisogno, e per ammiccare al sentimento fin troppo diffuso contro i partiti, anzi contro il partito politico, come istituto della democrazia. Bastava il sottotitolo a spiegare di cosa volesse parlare il libro.

lunedì 4 marzo 2013

Il grande salto: dai "girotondi" e dal "popolo viola" al "movimento a 5 stelle"

Non è facile dimostrare, o negare, l’ipotesi di una linea di continuità fra fenomeni che costellano come lampi intermittenti determinate congiunture politiche e sociali, riuscendo in qualche misura ad omologarle ad un unico motivo ispiratore.

sabato 2 marzo 2013

Una piccola nota a margine senza ironia - tag 'schifezze'

(il tempo passa per tutti e di ognuno lascia un ricordo)

Si legge oggi sui giornali:
'Berlusconi mi ha corrotto con 3 milioni di euro per sabotare il governo Prodi - De Gregorio confessa. Indagato l'ex premier'.

venerdì 1 marzo 2013

Usque tandem Catilina?

Con quale audacia uno si fa chiamare cittadino portavoce? Con ciò si vuole introdurre una variazione sostanziale alla nostra democrazia, che non è democrazia di mandato? Il movimento cinque stelle tra una boutade e l'altra, continua nella sua marcia destruens. Se le rivoluzioni contengono in sè una parte costruens, un progetto, la parte costruens del movimento cinque stelle si fa molta fatica a vederla.

Verso Nord, unonoveottootto, di Han Han

Verso Nord, unonoveottootto, di Han Han - Ed. Metropoli D'Asia, Euro 14,50 - (www.metropolidasia.it)

La Cina è più vicina di quanto si sia disposti a credere. Han Han, l'autore del romanzo in questione, è un blogger nato a Shanghai nel 1982. Il suo blog vanta più di 500 milioni di accessi ed una media di 15000 commenti quotidiani ed è una spina nel fianco del potere cinese per le libertà che si permette. Aveva 7 anni quando scoppiò la rivolta della Piazza Tienanmen che tanto interesse sollevò in Occidente e non ha vissuto i disastri 'creativi' della Rivoluzione Culturale degli anni '60, che fu una vera e propria guerra civile, anche se a noi apparve come una festa di popolo.